Vai al contenuto

Introduzione del celebrante

Il Signore Gesù vuole dare gusto alla nostra vita, e vuole che la nostra presenza diventi luce per il mondo. Abbiamo bisogno della sua grazia e del sostegno di tutta la comunità. Rivolgiamo a Lui la nostra preghiera

  1. Signore Gesù, tu vuoi che diventiamo sale della terra e luce del mondo: rendici desiderosi di diffondere la luce della tua Parola e il gusto della tua Presenza,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, dona un frutto di pace al viaggio di Papa Francesco in Africa. Sostieni la dedizione e la gioia di tutti i consacrati nella vita sacerdotale e religiosa, come testimonianza per nuove vocazioni,

Preghiamo. ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù rinnova il nostro amore alla vita, nostra e di tutti. Dona fiducia nel presente e nel futuro alle famiglie, perché siano accompagnate nel desiderare e accogliere la vita dei figli,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, invochiamo da te la pace. Nel cuore e nelle azioni di ogni persona sorgano il desiderio e la decisione della pace, della fraternità, dell’accoglienza. Sostieni i cristiani perseguitati nel mondo.

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante

La tua grazia ci accompagni a vivere l’annuncio e la promessa del vangelo in famiglia e nella società, con semplicità e gratitudine. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

IL SALE E LA LUCE

Sale della terra e luce del mondo è Gesù. Egli dona a noi la sua sapienza, la sua parola, la sua vita perché anche noi diventiamo sale della terra e luce del mondo. Come può essere? Come la luce del sole si riflette sulla luna e illumina le strade della terra e le onde del mare, così la vita di Gesù e la luce del Vangelo possono trasformare la nostra vita e renderla utile, rispondendo al bisogno di verità, di pace, di fraternità che c’è nel mondo. Ricerchiamo e diffondiamo le testimonianze di bene che ci circondano.

 

 

 

29 gennaio 2023, Domenica IV Anno A

Introduzione del celebrante

Il Signore Gesù ci lancia una promessa di beatitudine per rinnovare la vita nostra e del mondo: domandiamo la grazia di accoglierla e viverla.

  1. Signore Gesù, donaci di accogliere le beatitudini evangeliche per cambiare mentalità e stile di vita e scoprire finalmente la felicità che il nostro cuore desidera,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, donaci di guardare le persone che vivono le beatitudini: padri e madri, giovani, persone consacrate, sacerdoti, missionari e tanti cristiani perseguitati. Ti affidiamo Papa Francesco e tutti i nostri pastori,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù dona al nostro mondo di sperimentare la beatitudine della pace. Converti le decisioni dei governanti, sostieni i popoli affranti da guerre e delitti,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, trovino conforto e sostegno i malati di lebbra, attraverso persone che si dedicano alle opere di misericordia corporale e spirituale. Ti affidiamo le famiglie e i giovani fidanzati,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante

Signore Dio la tua promessa e la tua grazia ci sostengano nel cammino di ogni giorno. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

PROMESSA DI FELICITA’

Seguendo Gesù, le Beatitudini: un cambiamento di mentalità, di cuore, di stile di vita. Una promessa per il presente e la vita futura. Desiderare e cercare ciò che rende lieto il cuore, serena la vita: non inseguendo ricchezze e divertimenti, ma nella ricerca del bene in famiglia, nel lavoro, nella società. Il mondo cambia a partire da un popolo umile che cerca il Signore (1.a lettura). S.Paolo: Dio ha scelto ciò che è stolto, debole, ignobile. Smania di grandezza, prepotenza e violenza, rovinano il mondo. Mitezza, sobrietà, misericordia, rendono lieta la vita.

15 gennaio 2023, Domenica Seconda, Tempo Ordinario, Anno A

Introduzione del celebrante:
Come si è avvicinato al Battista al fiume Giordano, così Gesù si presenta a noi. Lo possiamo riconoscere e invocare come Salvatore, Colui che libera dal male il cuore dell’uomo, Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo.

Ripetiamo insieme: SALVACI, SIGNORE GESU’

1. Signore Gesù, mòstrati a noi come colui che toglie il peccato del mondo e il nostro peccato personale; fa che ti riconosciamo come Figlio di Dio e Salvatore,
Preghiamo: SALVACI, SIGNORE GESU’

2. Signore Gesù, ti affidiamo tutti i cristiani perché nella loro vita e nelle opere manifestino la tua opera di liberazione dal male; sostieni i nostri pastori nella guida del popolo cristiano; rendici tuoi collaboratori, con cuore aperto e mani fraterne,
Preghiamo: SALVACI, SIGNORE GESU’

3. Signore Gesù, la tua azione di salvezza raggiunga le persone deboli e indifese, quelle che sono senza lavoro, senza casa, senza patria. La tua pace raggiunga l’Ucraina e tutte le nazioni in guerra,
Preghiamo: SALVACI, SIGNORE GESU

4. Signore Gesù, con la grazia dello Spirito Santo sostieni le comunità cristiane, le istituzioni e le famiglie, come luoghi di educazione alla fede e alla carità,
Preghiamo: SALVACI, SIGNORE GESU’

Conclusione del celebrante:
Affidiamo a Dio, Padre di tutti, la nostra preghiera fiduciosa e incessante, per un cammino di unità e di pace. Per Cristo nostro Signore.

BATTESIMO DI VITA

Il Vangelo di questa domenica sviluppa quello della festa del Battesimo del Signore, domenica scorsa. Il Battista riconosce in Gesù il ‘Figlio di Dio’. Egli è colui che ‘è avanti’ rispetto al Battista: porta a compimento la storia della salvezza; ed è colui che ‘era prima’, fin dal principio, dall’eternità. Lo Spirito di Dio che ha creato il mondo e lo rinnova, ci rigenera a vita nuova ‘nell’acqua e nello Spirito’. Il Battesimo permane in noi come fonte di vita nuova, principio di fede e di amore per ogni giornata.

Venerdì 6 gennaio 2023, Epifania del Signore

Giornata dell’Infanzia Missionaria

Introduzione del celebrante:

Nell’Epifania Gesù si mostra al mondo, accogliendo la visita dei magi. E’ la prima festa missionaria. ‘La Missione si fa insieme’, è lo slogan della giornata. Preghiamo per tutti gli uomini, in particolare per i bambini.

Ripetiamo: MOSTRA LA TUA STELLA, SIGNORE

  1. Signore Gesù, come la stella ha guidato i magi fino a Betlemme, così dona a noi di riconoscere nella strada della vita i segni che ci conducono a Te attraverso le vicende della vita e la testimonianza dei fratelli,

Preghiamo: MOSTRA LA TUA STELLA, SIGNORE

  1. Signore Gesù donaci di seguire il Papa e i nostri pastori, partecipando alla vita della Chiesa; rinnova la chiamata per seguirti nella vita sacerdotale e religiosa. (Ti preghiamo per Papa Benedetto…)

Preghiamo: MOSTRA LA TUA STELLA, SIGNORE

  1. Signore Gesù, ti affidiamo tutti i bambini del mondo: possano vivere con dignità e pace; concedi ad essi la gioia di incontrarti attraverso i testimoni della fede cristiana, nella famiglia e nella comunità,

Preghiamo: MOSTRA LA TUA STELLA, SIGNORE

  1. Signore Gesù, dona la tua pace all’Ucraina e a tutti i popoli del mondo. Rinnova la nostra carità verso chi soffre nel corpo e nello spirito,

Preghiamo: MOSTRA LA TUA STELLA, SIGNORE

Conclusione del celebrante:

Portiamo la nostra preghiera davanti a Gesù nel presepio, insieme con i doni dei Magi, vicino a Maria e Giuseppe. Ogni persona, ogni bambino possa incontrare Gesù nel calore di una famiglia e di una comunità. Per Cristo nostro Signore. Amen

DAL PROFONDO DEL CUORE

Lo ricercano i popoli, da oriente e da occidente, da settentrione e da mezzogiorno. Lo attende e lo desidera il cuore di ogni persona. Come i magi, scrutiamo i segni del cielo, percorriamo le vie della terra e del mare, rincorriamo le promesse del piacere, del denaro, dell’amore. Incontrano conferme e delusioni, e siamo tentati di fermarci per strada.  Riconosciamo Dio che ci è venuto incontro nel Bambino di Betlemme. Chi accoglie il Bambino nella vita, comincia a sperimentare la risposta al suo desiderio più vero e profondo.

 

 

Domenica 8 gennaio 2023, Battesimo del Signore

Ripetiamo: SANTIFICA IL TUO POPOLO, SIGNORE

Introduzione del celebrante:

Con il Battesimo siamo diventati figli di Dio e possiamo partecipare alla preghiera che il Figlio Gesù rivolge al Padre.

  1. Signore Gesù, ti ringraziamo perché nel tuo Battesimo al fiume Giordano hai preso su di te il peccato del mondo e ti sei mostrato come Figlio di Dio. Donaci la grazia di vivere come figli di Dio Padre e tuoi fratelli,

Preghiamo: SANTIFICA IL TUO POPOLO, SIGNORE

  1. Signore Gesù ti ringraziamo per il Battesimo nostro e dei nostri figli,    che ci fa partecipare alla vita divina. Tutte le famiglie cristiane siano aperte alla vita e alla testimonianza della fede,

Preghiamo: SANTIFICA IL TUO POPOLO, SIGNORE

  1. Signore Gesù, ti ringraziamo per il dono della comunità della Chiesa, per i pastori che ci sostengono e per tutti i cristiani che ci accompagnano nella fede, speranza, carità. (Ti affidiamo Papa Benedetto…)

Preghiamo: SANTIFICA IL TUO POPOLO, SIGNORE

  1. Signore Gesù, dona al nostro mondo la pace. Ti preghiamo per l’Ucraina e per tutti i paesi in guerra. Rendici partecipi delle gioie e dei dolori gli uni degli altri,

Preghiamo: SANTIFICA IL TUO POPOLO, SIGNORE

Conclusione del celebrante

Noi tutti formiamo la grande famiglia dei battezzati. Ci rivolgiamo a te, nostro Dio, Padre e Signore della vita, che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

UNA VITA NUOVA

Con il Battesimo di Giovanni al fiume Giordano, Gesù partecipa alla vicenda umana che domanda salvezza, e crea un nuovo inizio per l’umanità. Lo Spirito che scende su di lui lo manifesta come Figlio di Dio e Salvatore. Il nostro Battesimo ci rende partecipi della vita del Figlio di Dio: possiamo vivere come figli e fratelli. Domandiamo che la semente del Battesimo fiorisca nella nostra vita, accompagnati dalla famiglia e dalla comunità cristiana, in unità con il popolo di Dio.

Domenica 1.o gennaio 2023, Maria Santissima, Madre di Dio

Introduzione del celebrante
Maria, Madre di Dio, apre le braccia e il cuore per presentarci il Figlio divino e per accogliere noi come figli. Da Lei accompagnati, presentiamo la nostra preghiera.

Preghiamo dicendo: O SIGNORE, ASCOLTA I TUOI FIGLI

1. Accogliamo questo nuovo anno come dono di Dio. Domandiamo di vivere come figli e fratelli, pieni di gratitudine e con apertura di cuore,
Preghiamo: O SIGNORE, ASCOLTA I TUOI FIGLI

2. Rispondiamo agli inviti alla pace di Papa Francesco, per riconoscere che “il nostro tesoro più grande, seppure anche più fragile, è la fratellanza umana, fondata sulla comune figliolanza divina, e che nessuno può salvarsi da solo” (cf Messaggio per la pace 2023),
Preghiamo: O SIGNORE, ASCOLTA I TUOI FIGLI

3. Domandiamo che ogni uomo abbia la libertà di professare la propria fede. Preghiamo per i cristiani perseguitati e per tutte le minoranze oppresse nel mondo,
Preghiamo: O SIGNORE, ASCOLTA I TUOI FIGLI

4. Nella festa di Maria Madre di Dio, preghiamo per le mamme e per le famiglie, perché vivendo con fede, speranza, carità, donino buona testimonianza ai figli.
Accompagniamo con la preghiera Papa Benedetto.
Preghiamo: O SIGNORE, ASCOLTA I TUOI FIGLI

Conclusione del celebrante
Dio nostro Padre, inizio del tempo e nostro Creatore, con l’intercessione della Madre del tuo Figlio Gesù fatto uomo per noi, accogli la preghiera del popolo cristiano per l’umanità intera. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

MADRE DI DIO
Iniziamo l’anno nuovo incontrando, insieme con i pastori, ‘Maria e Giuseppe e il Bambino’. Ci stupiamo con ‘tutti coloro che udivano le cose dette dai pastori’, e guardiamo ‘Maria che custodisce tutte queste cose, meditandole nel suo cuore’. La ‘Madre di Gesù’ ha generato l’umanità del Figlio di Dio: per questo la riconosciamo come vera Madre di Dio. La invochiamo come Madre della nuova umanità, nella ricerca della pace e nella fraternità tra popoli e persone, come ci invita il Papa nel messaggio per questa giornata.

Domenica 25 dicembre 2022 - NATALE DEL SIGNORE

Introduzione:

In questa Notte - in questo Giorno di Natale poniamo la nostra preghiera nel presepio, davanti a Gesù, Figlio di Dio che si è fatto Bambino, ci guarda e ascolta.

  1. Signore Gesù, Figlio di Dio, tu vieni a nascere nella nostra fragile umanità. Donaci di accoglierti e ospitarti come Dio della nostra vita,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, con Maria e Giuseppe ti contempliamo nel nostro presepio. Affidiamo a te la Chiesa, con tutti i suoi ministri e pastori, perché l’annuncio del Natale rinnovi le nostre comunità e raggiunga tutto il mondo,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, la grazia del tuo Natale porti la pace nei paesi della guerra, porti speranza e gioia in tutte le case. In ogni paese i cristiani possano celebrare la tua venuta in libertà e serenità,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, il tuo Natale diventi una festa nelle famiglie, con i bambini, i giovani e gli anziani, i poveri e gli abbandonati; la fede e la carità ci accompagnino nel cammino della vita.

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione

Signore Gesù, fatto Bambino per noi, apri le tue braccia e il tuo cuore ad accogliere le preghiere che deponiamo davanti a te. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

NATALE

Natale: il Dio vicino come i nostri bambini; partecipe della nostra vita come un amico; desideroso del nostro bene come un fratello. Gesù vive tra noi: il Suo Natale non è solo un bel ricordo, ma una Presenza. Gesù vive nella Chiesa e ci diventa Maestro e Salvatore. Gesù si riconosce nel povero e nel sofferente e stimola la nostra carità. La Sua compagnia nella vita è una gioia che apre alla speranza, stimola la dedizione, sostiene il coraggio di vivere e affrontare tutte le situazioni; ci rende fratelli e capaci di sostenerci l’un l’altro ogni giorno.

Domenica 18 dicembre 2022 - IV DI AVVENTO, Anno A

Introduzione del celebrante
Maria e Giuseppe sono i primi ad attendere e ad accogliere il Signore Gesù. Insieme con loro e con tutta la Chiesa, anche noi domandiamo il Salvatore.

1. Signore Gesù, mandato dal Padre, accolto da Maria e riconosciuto da Giuseppe, donaci di desiderare e preparare la sua venuta in noi, nella nostra casa, nel nostro mondo,
Preghiamo: VIENI SIGNORE GESU’

2. Gesù Salvatore, sostieni le speranze e le attese dell’umanità attraverso la testimonianza e l’annuncio dei nostri pastori e di tanti fedeli cristiani,
Preghiamo: VIENI SIGNORE GESU’

3. Gesù Salvatore, vieni nel cuore del mondo, dove si soffre per la guerra, la persecuzione, la fuga dal proprio paese, la fame, l’ingiustizia, la malattia. Rendici attenti e solidali con chi soffre e con chi è solo,
Preghiamo: VIENI SIGNORE GESU’

4. Signore Gesù, donaci di preparare il tuo Natale attraverso la preghiera, la confessione, la carità, l’accoglienza, l’amicizia,
Preghiamo: VIENI SIGNORE GESU’

Conclusione del celebrante
Padre, che hai tanto amato il mondo da dare il tuo unico Figlio, sostieni la nostra attesa e accogli la nostra preghiera. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen

PER RICONOSCERE E ACCOGLIERE GESU’
Il Figlio di Dio non cade improvvisamente dal cielo, ma si introduce nella vita di chi lo attende, lo accoglie e lo presenta al mondo. E’ il compito di Maria e Giuseppe, dei primi discepoli e di tanti uomini e donne nel mondo. Apriamo gli occhi a riconoscere Gesù e il cuore ad accoglierlo. Quando Gesù vive in noi e noi viviamo di Lui, attraverso noi Egli può incontrare altre persone, donando consolazione e salvezza. Prepariamo il Natale in famiglia, nel lavoro, tra gli amici, con la liturgia, la testimonianza, la carità, e tutti i segni del Natale.

 

NOVENA DI NATALE
2022

1. Signore Gesù, atteso dai profeti e dai santi dell’Antico Testamento e desiderato dagli uomini, vieni a portarci il dono della tua presenza. Ti affidiamo coloro che soffrono per calamità e guerre,
Preghiamo: VIENI SIGNORE GESU’

2. Gesù, Figlio di Dio fatto uomo, accolto nella casa di Nazaret da Maria e Giuseppe, donaci la grazia di riconoscerti presente nel sacramento dell’Eucaristia e di accoglierti nelle nostre case,
Preghiamo: VIENI SIGNORE GESU’

3. O Dio Padre, dona alla tua Chiesa la grazia di prepararsi con la preghiera, la confessione e la carità al Natale del tuo Figlio Gesù
Preghiamo: VIENI SIGNORE GESU’

4. Signore Gesù, la tua venuta sia riconosciuta e accolta da coloro che soffrono e sono abbandonati, dai bambini, i giovani, gli anziani, e da quanti non ti conoscono e non ti amano,
Preghiamo: VIENI SIGNORE GESU’

 

Domenica 11 dicembre 2022 - III DI AVVENTO, anno A

Introduzione del celebrante

In questo Avvento la nostra preghiera è rivolta al Signore perché noi stessi possiamo riconoscere a accogliere la sua venuta tra noi.

  1. Signore Gesù, ravviva in noi e in tutta la Chiesa il desiderio e la gioia dell’attesa di Te, rinnovando la preghiera e la carità,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù affidiamo a te Papa Francesco, il nostro vescovo, i sacerdoti e tutti coloro che accompagnano il popolo cristiano a riconoscere ed accogliere la tua presenza nella vita,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, tu sei vita e salvezza. Ogni persona nel mondo possa ritrovare la pace del cuore, sperimentare la pace del mondo, la giustizia delle opere, la bellezza della vita,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, ti affidiamo quanti vivono condizioni di difficoltà per malattia, solitudine, stanchezza; rinnova la nostra carità e accoglienza verso il prossimo, vicino e lontano.

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante

Signore Dio nostro Padre, che vuoi salvare il mondo, accogli il nostro desiderio e la nostra domanda, nell’attesa del tuo Figlio Gesù, che vive e regna nei secoli dei secoli.

SEI TU COLUI CHE DEVE VENIRE?

Una domanda che ci prende ‘Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?’ E’ Gesù il Salvatore che attendiamo? E’ di Lui che abbiamo bisogno, mentre desideriamo la pace, la stabilità della speranza, la bellezza e la felicità della vita? Nel dramma e nel deserto del mondo, Gesù è venuto, Gesù viene. Scrutiamo ogni giorno i segni della sua presenza e della salvezza che egli opera. Domandiamo l’umiltà di riconoscerlo. Partecipiamo al cammino di Avvento nella preghiera, nella parola di Dio, nella carità, nella fedeltà alla nostra vocazione, con la compagnia della Chiesa.

 

 

 

 

4 Dicembre 2022 - Seconda Domenica di Avvento

Introduzione del celebrante:

Questa domenica ci rivolgiamo al Signore che viene, domandando la sua venuta, accompagnati e rilanciati dal grido di Giovanni Battista.

  • Perché possiamo accogliere il grido di Giovanni Battista che ci invita alla conversione, rivolgendo lo sguardo, il cuore, le opere verso il Signore Gesù che viene,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Per tutti coloro che, come Giovanni Battista, ci accompagnano a rinnovare il desiderio e la domanda al Signore che viene: il papa, il vescovo, i sacerdoti e tanti testimoni della fede e della carità cristiana,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Per i genitori, i catechisti, gli educatori: perché accompagnino le nuove generazioni all’incontro con Cristo con la testimonianza della vita,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Perché accogliamo l’invito ad accoglierci gli uni gli altri per amore di Cristo; per tutti i nostri fratelli e sorelle colpiti da calamità e guerra, malattia e povertà,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante:

Padre, accompagna il nostro desiderio di Cristo e sostieni la nostra preghiera, in comunione con tutta la Chiesa. Per Cristo nostro Signore.

UN NUOVO GERMOGLIO

Veniamo richiamati e stimolati da un ‘profeta’ come Giovanni Battista, con decisione e asprezza, per raddrizzare il nostro desiderio e la nostra domanda. Che cosa possiamo desiderare e domandare se non Cristo e la sua presenza nella nostra vita? Senza farci vincere dalla presunzione di essere cristiani già a posto (Abbiamo Abramo per padre….); e senza rassegnarci a vivere al ribasso. La nostra fede può rifiorire con un nuovo germoglio nella preghiera, nella familiarità con la parola di Dio, nella compagnia cristiana della Chiesa, nella carità e nella missione.

Giovedì 8 Dicembre 2022  -  IMMACOLATA CONCEZIONE

Introduzione del celebrante:

Maria Immacolata è la donna e la madre, scelta da Dio per precederci e accompagnarci nell’attesa del Signore Gesù. Rivolgiamo a Dio la nostra preghiera insieme con Lei.

  1. Signore Gesù, mentre contempliamo tua Madre Maria piena di grazia fin dall’Immacolata Concezione, rendici santi e immacolati davanti a te attraverso la tua misericordia,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore, Ti ringraziamo per il Battesimo che ci fa tuoi figli; rendici semplici e attenti nel seguire Papa Francesco, il vescovo (Giampaolo) e tutti i pastori che ci accompagnano nella vita cristiana,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore, questo tempo di Avvento doni speranza al mondo; concedi pace e libertà ai popoli colpiti da calamità, guerre, persecuzioni,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, per intercessione di Maria, aurora di salvezza, sostieni la dignità di ogni donna, concedi amore e stabilità alle famiglie. Ti affidiamo i bambini, i ragazzi, i giovani, i fidanzati, gli anziani,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante

Dio Padre, che hai preparato la nostra salvezza attraverso Maria Immacolata, prepara la nostra vita all’accoglienza del Natale del Figlio Gesù. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli

GUARDANDO E SEGUENDO MARIA

Maria Immacolata è l’aurora che precede il sole e fa sorgere il sole. In lei si rispecchia l’attesa del mondo e la domanda di salvezza di ogni uomo e di ogni donna nel mondo. In Lei, l’iniziativa di grazia del Signore trova risposta e collaborazione. Anche noi, insieme con la Chiesa intera, guardando Maria, domandiamo di desiderare, domandare, accogliere il Signore che si annuncia e che viene nella nostra vita.

 

 

27 novembre 2022 – Prima Domenica di AVVENTO, Anno A

Introduzione del celebrante

Ogni mattina ci svegliamo e ricominciamo. Ogni anno rinnoviamo l’attesa del Signore e la domanda della sua venuta. L’Avvento ci spinge a guardare avanti. Rivolgiamo la nostra preghiera al Signore che viene.

  1. All’inizio dell’Avvento, domandiamo al Signore di risvegliare il nostro desiderio e la nostra attesa dell’incontro con Lui, nell’esperienza viva della Chiesa,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Seguendo la Parola di Dio e l’esempio dei monaci e monache di clausura e di tutti i consacrati, domandiamo di non perderci in cose vane, ma di comportarci in modo da piacere a Dio, nel buon uso del tempo e di tutte le occasioni della vita,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Affidiamo al Signore quanti vivono la sofferenza della guerra, della lontananza dalla propria terra, della persecuzione. Preghiamo per i malati, i reclusi, le persone lasciate sole,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Preghiamo per la nostra comunità, perché ci aiutiamo a vivere il tempo di Avvento nella riscoperta della fede e nei gesti di carità e di missione,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante

Ti presentiamo con desiderio e fiducia le nostre invocazioni o Signore, partecipando al cammino della Chiesa in questo tempo di Avvento. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

UN’ATTESA FIDUCIOSA

Questa prima domenica del nuovo anno liturgico - inizio del triennio, anno A - ci lancia verso l’ultima venuta del Signore, che sarà manifesta e gloriosa e coinvolgerà tutti gli uomini. Ritroviamo lo scopo della nostra vita e di tutta la storia. Il mondo in cui viviamo è fragile, così come la nostra vita. Solo il Signore che viene porta a compimento il nostro destino e quello di tutta la creazione. L’Avvento rinnova la fiducia: “Alzatevi e levate il capo, perché la vostra liberazione è vicina”. Non disperdiamoci in ciò che è vano, ma ogni giorno volgiamo il desiderio e lo sguardo verso Colui che ci viene incontro.