Vai al contenuto

25 settembre 2022 - Domenica XXVI del Tempo Ordinario, Anno C
Congresso Eucaristico Nazionale di Matera
Giornata del migrante e del rifugiato

Introduzione del celebrante
La nostra comunità riunita prega insieme e presenta le domande e invocazioni al Signore Gesù.

1. Signore, tu in questa Eucaristia ci fai dono del tuo pane vivo. Fa di noi un pane buono per gli altri, che “si spezza” in briciole di fraternità e si fa mangiare come il Maestro. Donaci d’essere pane che consola famiglie, raccoglie il pianto, ascolta fatiche, sostiene stanchezze.*
Preghiamo: DONACI IL TUO PANE, SIGNORE

2. Signore tu sei il pane della festa sulla tavola dei figli. Nutrici nel corpo, dà gioia al nostro cuore e parlaci del tuo amore. Crea condivisione e rafforza i legami in ogni comunità cristiana e in ogni famiglia, ridonaci il gusto della comunione. Dona al mondo la pace.*
Preghiamo: DONACI IL TUO PANE, SIGNORE

3. Signore Gesù, rendici attenti e semplici nel seguire coloro che ci accompagnano nella strada che conduce a te: papa, vescovo, sacerdoti, suore, catechisti, educatori, genitori, amici,
Preghiamo: DONACI IL TUO PANE, SIGNORE

3. Signore Gesù, ti presentiamo il nostro paese. Donaci di scegliere governanti attenti al bene comune, nel rispetto della persona, della famiglia, della vita comunitaria,
Preghiamo: DONACI IL TUO PANE, SIGNORE

4. Signore Gesù, ti affidiamo tutto coloro che lasciano la loro terra a causa di guerre, carestie, persecuzioni. Apri il nostro cuore e le nostre mani,
Preghiamo: DONACI IL TUO PANE, SIGNORE

Conclusione del celebrante
Affidiamo al Signore Gesù le nostre domande per noi, per la Chiesa e per il mondo, confidando nella sua misericordia. Per Cristo nostro Signore.

*Preghiere riprese dal Congresso Eucaristico Nazionale

“TORNIAMO AL GUSTO DEL PANE”
Un pranzo sontuoso. Alla porta, un povero malato e affamato. Ciascuno può colmare un poco il dislivello soccorrendo il vicino e il lontano. La carità trova le sue vie, e sa incontrare sempre una (almeno una!) persona da soccorrere.
Nel pane dell’Eucaristia, Gesù dona se stesso, per nutrirci con la sua presenza, il suo amore, la sua parola: una condivisione che diventa fraternità e dona gioia per la vita altrui e nostra. Non una vita da spensierati e buontemponi - profeta Amos - ma una strada di vita buona - Paolo a Timoteo. Il pane sulla tavola e il pane eucaristico sono il segno di questa condivisione.
Cfr Messaggio del vescovo di Matera per il Congresso Eucaristico.

18 settembre 2022, Domenica XXV - Tempo ordinario, Anno C

Introduzione del celebrante
Preghiamo in comunione con tutti i cristiani riuniti nel nome di Gesù, affidando la nostra vita e la vita dei fratelli.

1. Insieme con San Paolo innalziamo a Signore domande, suppliche, preghiere per tutti gli uomini e per coloro che stanno al potere. Domandiamo sapienza e discernimento per le prossime scelte del nostro paese,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

2. Preghiamo per il Papa, il nostro vescovo, i sacerdoti delle nostre parrocchie; affidiamo chi è in cammino verso il sacerdozio e le nuove vocazioni,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

3. Il Signore ci conceda di usare con intelligenza e carità i beni della terra; sostenga le imprese di bene e di giustizia nel mondo, doni a chi sbaglia la gioia del ravvedimento e della conversione,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

4. Preghiamo per i missionari e i volontari che vivono e operano in zone di conflitto e di miseria; domandiamo per noi la grazia di condividere i beni materiali e spirituali, con accoglienza e misericordia,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante
Affidiamo la nostra preghiera di figli e fratelli al Signore Dio nostro, che vive e regna nei secoli dei secoli. Amen.

SCALTREZZA E DECISIONE

Di quanta intelligenza e scaltrezza c’è bisogno per vivere? Gesù ci mette in paragone con chi usa intelligenza e scaltrezza per salvarsi da situazioni difficili anche attraverso l’imbroglio.
Usiamo per il bene quello che altri usano per il male! Uno spunto di intelligenza, un lampo di decisione, una presa di iniziativa che smuova noi e il mondo attorno. Non basta stare al balcone (balconear, direbbe papa Francesco). E’ necessario che ciascuno osservi e si muova in base alla propria vocazione e alle proprie capacità. Il Vangelo dice: “Sveglia cristiani”.

 

11 settembre 2022 - Domenica XXIV anno C

Introduzione del celebrante

Anche noi come il figlio prodigo torniamo alla casa del Padre per avere la sua misericordia e la sua accoglienza. Ci affidiamo al suo abbraccio.

  1. Signore Dio nostro Padre, donaci la grazia di domandare ogni giorno il tuo perdono, e di accoglierlo con fiducia nel sacramento della confessione,

Preghiamo. ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, ti preghiamo per tutti i pastori della Chiesa, ministri di misericordia. Dona loro la tua sapienza e la tua benevolenza, per riedificare con la misericordia il tuo popolo e il cuore di ogni persona.

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Spirito Santo, sostieni con la grandezza del tuo amore tutti coloro che sono colpiti da guerre e avversità. Nella memoria di Maria Addolorata e della Croce di Gesù, conduci il nostro mondo a sentimenti e opere di pace e di accoglienza

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Santissima Trinità, ti ringraziamo per la bellezza e la grandezza del Creato e per i doni con i quali accompagni la vita degli uomini. Accompagna i nostri ragazzi e giovani nella crescita in famiglia, nella scuola, nella società,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante

Sia lode a te, Signore nostro Dio per tutti i tuoi doni. Accogli la nostra preghiera che presenta a te i nostri bisogni e quelli del mondo intero. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

La misericordia che fa vivere

La misericordia l’esperienza umana più viva e più pacificante. Chi si vede accolto e perdonato ricomincia a vivere e riprende le sue energie. Come nella Chiesa facciamo questa esperienza? Accolti come figli, senza discriminazioni; messi accanto alle persone da considerare fratelli e sorelle, e lanciati nel mondo con lo stesso sguardo e lo stesso cuore. Occorre ritrovare anche personalmente il gesto di Dio che ci abbraccia nel sacramento della Confessione. Occorre sperimentare la gioia del perdono ricevuto e di quello donato. Domandiamo la grazia di vivere questo a cominciare dalla nostra famiglia e dalla nostra comunità cristiana

 

Preghiera dei fedeli da aggiungere per Domenica 4 settembre

Nella domenica in cui Papa Luciani – Giovanni Paolo I - viene proclamato Beato, ringraziamo il Signore per il dono della santità di tanti pastori e tanti fedeli cristiani. Invochiamo per il nostro popolo l’intercessione sua e dei nostri santi, in particolare il Beato Padre Marella, che viene ricordato nella liturgia di questi giorni (martedì 6 settembre)

Preghiamo: Ascoltaci o Signore

4 settembre 2022, Domenica XXIII tempo ordinario, anno C

Introduzione del celebrante
Nella Messa celebrata con la nostra comunità rivolgiamo insieme la nostra preghiera al Signore, consegnando a Lui i bisogni nostri e le necessità dell’intera Chiesa e del mondo.

1. Signore Gesù, concedici la grazia di amarti in ogni persona e in ogni cosa e sopra ogni persona e ogni cosa, per vivere come tuoi veri discepoli,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

2. Signore Gesù, ti affidiamo i pastori con i quali accompagni il popolo cristiano: papa, vescovi, sacerdoti. Persone e comunità trovino il sostegno dei fratelli nel compimento della propria vocazione e missione,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

3. Signore Gesù, ti consegniamo i pensieri, i progetti, le azioni di fraternità e di pace di tante persone, a favore di quanti sono colpiti da guerre e avversità. Donaci di vivere con dignità e pace,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

4. Signore Gesù, donaci ogni giorno il coraggio di ricominciare in famiglia, nel lavoro, nella scuola, nella società, ricercando l’amicizia e la condivisione con fratelli e sorelle,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante
La nostra comune preghiera salga al Signore, per il bene nostro e di tutti. Per Cristo nostro Signore. Amen.

IL PUNTO CHE SOSTIENE

C’è un punto centrale che sostiene e riordina i rapporti con le persone: lo sguardo e l’amore a Cristo. Non ci distoglie da fratelli e sorelle, ma li fa amare in verità. Il bene che vogliamo ad altre persone e che altri vogliono a noi, riprende vita e trova giusta misura quando il cuore e la mente sono centrati su Cristo. Abbiamo un luogo: Chiesa, comunità, amici cristiani, sacerdote, preghiera, parola di Dio, dove paragonare con il Vangelo le nostre scelte e essere accompagnati a vivere.

 

Domenica 28 agosto 2022 - XXII TEMPO ORDINARIO, Anno C

Introduzione del celebrante

Affidiamo la nostra vita e la vita della Chiesa e del mondo al Signore Gesù: porti a compimento il desiderio del nostro cuore e le invocazioni della nostra comunità, per tutti i nostri fratelli.

  1. Signore Gesù, tu ci inviti al banchetto della vita e della fede; donaci di svolgere il compito che tu ci affidi, aprendo il cuore e le mani verso i nostri fratelli,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, che ami la Chiesa tua sposa, rendici donaci di partecipare alla sua missione nel mondo. Ti affidiamo tutti i nostri pastori. Donaci nuove vocazioni sacerdotali e religiose,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, ti affidiamo coloro che collaborano per la pace fra le nazioni e cercano pace e giustizia. Sostieni con la tua provvidenza quanti sono colpiti da guerre, persecuzioni, calamità,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, accompagnaci nel cammino della nostra famiglia e della nostra comunità. Fa crescere tra noi la reciproca stima, nella ricerca di ciò che è bello, vero, giusto, santo,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante

La nostra vita appartiene al Signore. A Lui la affidiamo perché la conduca a buon frutto, per il bene di tutti. Per Cristo nostro Signore. Amen.

INVITATI AL BANCHETTO

Gesù, invitato a un banchetto, parla a noi come invitati al banchetto della vita e al banchetto eucaristico nella Chiesa. Proprio perché invitati, non possiamo vivere con presunzione e pretesa, come si trattasse di una conquista e di un privilegio. E’ invece una grazia da desiderare accogliere e custodire con umiltà e gratitudine ogni domenica e ogni giorno. Dall’essere invitati e dal trovarci insieme nella Messa, rinasce la comunità cristiana e la nostra missione nel mondo.

21 agosto 2022 - Domenica XXI tempo ordinario, anno C

Introduzione del celebrante
Di domenica in domenica il Signore Gesù ci accompagna nel nostro cammino; rivolgiamo a Lui le nostre domande e invocazioni.

1. Signore Gesù la tua grazia ci sostenga in tutte le circostanze della vita, soprattutto quando attraversiamo la porta stretta delle difficoltà e delle tentazioni,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

2. Signore Gesù accompagnaci con la parola e l’esempio del Papa e di tutti i nostri pastori affinché non ci vergogniamo del Vangelo e viviamo da cristiani in tutti gli ambienti,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

3. Signore Gesù, da Oriente a Occidente l’annuncio e la testimonianza del Vangelo portino pace e riconciliazione alle nazioni e alle persone,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

4. Signore Gesù, in questo tempo di estate e tante volte nella vita incontriamo persone e culture diverse. Accompagnaci a discernere ciò che è buono e apri il nostro cuore all’accoglienza e al dialogo,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del sacerdote
Affidiamo la vita nostra e le sorti del mondo al Signore che vive e regna nei secoli dei secoli. Amen

NEL TERRENO DELLA VITA

La porta stretta sono le circostanze della vita: bene, male, fatica, opportunità, difficoltà, tentazioni. La grazia del Signore ci sostiene. Di fronte alla pigrizia e all’appiattimento alla mentalità del mondo, il Signore Gesù ci scuote continuamente attraverso l’incontro con tante testimonianze e opere di bene che ci fanno scoprire la verità e la bellezza della vita. Accettiamo fatica e correzione, spalancando il cuore per rispondere alla nostra vocazione.

Lunedì 15 agosto 2022 - ASSUNZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA

Introduzione del celebrante

Oggi Maria Assunta al cielo accompagna la nostra preghiera al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo.

  1. Dio Padre, tu hai chiamato la Madre del tuo Figlio Gesù a partecipare alla gloria del Paradiso in anima e corpo. Fa’ che la Chiesa e il mondo possano godere del suo materno aiuto,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, hai voluto accanto a te nella gloria tua Madre Maria: ti affidiamo le madri, i figli, le famiglie; accresci in tutti la fede, la fiducia, la fedeltà, l’amore,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Spirito Santo, hai riempito di grazia la Madre del Signore Gesù, salva le popolazioni oppresse da guerre e violenze, dona libertà e pace ai cristiani perseguitati,

Preghiamo. ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Dio, per intercessione di Maria Assunta in cielo, concedi a tutta la Chiesa e alla nostra comunità la gioia e la certezza della fede e la speranza della vita in Paradiso per noi e per tutti,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante

Oggi la Chiesa si rivolge con fiducia al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo in unione con Maria Assunta. Signore nostro Dio guardaci con amore. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

MARIA, IL NOSTRO PASSATO, PRESENTE, FUTURO

Maria attraversa tutta la nostra vita, fino al compimento finale che è la gloria del Paradiso. Non cenere, non dispersione nel nulla, ma una vita piena. Così come Maria è stata ‘piena di grazia’, sulla terra: rispondendo alla chiamata del Padre, accogliendo il Figlio come Madre, collaborando con la grazia dello Spirito Santo. Maria riunisce tutto il nostro passato, ci accompagna nel presente, ci attende e accoglie per il futuro.

 

 

 

 

Domenica 14 agosto 2020 - XX DEL TEMPO ORDINARIO, Anno C

Introduzione del celebrante

Nel Vangelo il Signore Gesù risveglia il desiderio del nostro cuore. Domandiamo che la sua grazia ci accompagni nel nostro impegno quotidiano, per il bene nostro e di tutti.

  1. Signore, tu sei venuto a portare il fuoco sulla terra. Risveglia il nostro interesse e la nostra passione per la vita della Chiesa e il bene del mondo, come è accaduto a Geremia e a tanti testimoni del Vangelo,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore, guida il nostro cammino con la sapienza di maestri e la compagnia di fratelli. Sostieni il ministero del Papa, dei vescovi, dei sacerdoti,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore, donaci la grazia di sperimentare la tua Provvidenza e la tua misericordia; converti i cuori e le decisioni degli uomini. Ti affidiamo le nazioni e le persone sconvolte dalla guerra e dalla violenza,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore concedici la grazia di fare memoria di te ogni giorno nella preghiera e nella carità. Ti affidiamo le famiglie e i ragazzi, sotto lo sguardo di Maria Assunta,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante

Siamo tuo popolo o Signore, guarda la nostra umanità che si rivolge a te con l’intercessione della Madonna Assunta in cielo. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

RISVEGLIO E PASSIONE

Il cuore di Gesù brucia di amore verso il Padre, e di passione per il destino dell’umanità e di ciascuna persona. Questo è il ‘fuoco’ che Gesù vuole comunicarci. Vivere intensamente la vita, accogliendo con fortezza e dedizione le condizioni del vivere quotidiano, godendo dei beni e collaborando al bene di tutti. Possiamo avere davanti agli occhi tante persone, del passato e del presente, che ci testimoniano un sano impegno di vita: i santi del passato e del presente. Tante opere di bene, tanta dedizione, tanta passione, che ogni giorno risveglia e rinnova il mondo.

Domenica 7 agosto 2022 - XIX DEL TEMPO ORDINARIO, Anno C

Introduzione del celebrante

Affidiamo la nostra preghiera al Signore, che conosce i nostri veri bisogni fin nella profondità del nostro cuore.

  1. Signore Gesù, la vita che ci doni fa parte della grande storia cristiana; rendici attenti al compito che ci affidi per il bene nostro e dei nostri fratelli,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, Ti affidiamo Papa Francesco e tutti i nostri pastori e maestri; come Abramo e Mosè sostengano la fede e la speranza del popolo cristiano nel cammino verso la terra promessa,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, dona ai capi delle nazioni saggezza e responsabilità per il bene delle persone e dell’intera umanità; aumenta in tutti i cristiani l’impegno per la presenza nella vita pubblica, ,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Dio, Ti ringraziamo per la tua Provvidenza che ci accompagna di giorno in giorno. Insegnaci ad amare e rispettare i doni del creato, scoprendo la tua opera di Creatore e Padre,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante

Padre buono, la nostra preghiera sia accolta dalla tua misericordia e dalla tua grazia. Guarda con amore i tuoi figli convocati in questa Eucaristia. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Ame

UNA STORIA, UN COMPITO

Siamo partecipi di una grande storia, una storia buona, come ci suggeriscono le prime due letture che richiamano le vicende dell’antico popolo di Israele. Questa storia prosegue nella nostra vita personale e nella Chiesa, e nel mondo. Siamo responsabili non solo della nostra vita, ma anche del bene di tutti, a partire dai più vicini ‘fino agli estremi confini della terra’. Domandiamo la grazia di partecipare con gioia e vitalità a questa storia, collaborando con i nostri fratelli di fede e con tutti gli uomini di buona volontà.