Vai al contenuto

18 aprile 2021 - III DOMENICA DI PASQUA, Ciclo B

Giornata per l’Università Cattolica del Sacro Cuore

Introduzione del celebrante
Siamo riuniti in questa Messa come gli apostoli nel cenacolo. Gesù si presenta a noi con la sua parola e con l’Eucaristia. Guardiamolo e affidiamoci a Lui.

1. Signore Gesù, in questa Eucaristia tu spezzi il pane con noi e diventi nostro cibo; dona di riconoscerti con la fede della Chiesa,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

2. Signore Gesù Tu ci mostri le mani e i piedi trafitti nei cristiani perseguitati e nelle persone ferite dalla vita. Dona il conforto della tua carità e misericordia,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

3. Signore Gesù sostieni la libertà della Chiesa e delle famiglie nel loro compito educativo. L’Università Cattolica e tutte le scuole aprano alla scoperta della vita della vita, della verità, della bellezza,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

4. O Signore rendici attenti agli altri, soprattutto ai più deboli e indifesi. Donaci di collaborare insieme per la salute nostra e dei nostri fratelli,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante
A Te o Padre, affidiamo la nostra preghiera di figli per noi e per il mondo. Salvaci con la tua misericordia. Per il tuo Figlio, il Signore Gesù risorto, che vive e regna nei secoli dei secoli.

Spunto della domenica
GESU’ RISORTO, UN AVVENIMENTO CHE CI INCONTRA E CI SALVA
Anche nel Vangelo di questa domenica Gesù si presenta agli apostoli nella concretezza della sua umanità risorta, mostrando le mani e i piedi trafitti, e mangiando con loro. La nostra fede nella risurrezione è piena di ragioni, e trova conferma nel vedere, toccare, mangiare. Non rincorriamo un mito, ma riconosciamo un fatto accaduto e una presenza che continua tra noi. Le tre letture della Messa dicono in modo diverso come Cristo risorto si presenta a noi liberandoci dal male. Gesù ci salva dal profondo del nostro cuore e ci lancia come suoi testimoni nel mondo.

Domenica 11 aprile 2021 -II DOMENICA DI PASQUA
(o della DIVINA MISERICORDIA), Ciclo B

Introduzione del celebrante:
Il Signore Gesù risorto si presenta in questa Eucaristia per donare a noi e al mondo la Sua misericordia. Lo accogliamo con gioia e a Lui ci affidiamo.

Ripetiamo: DONACI SIGNORE LA TUA MISERICORDIA
1. Signore Gesù, la Divina Misericordia che sgorga dalle tue piaghe gloriose, tocchi il cuore di ogni persona e salvi il mondo,
Preghiamo: DONACI SIGNORE LA TUA MISERICORDIA

2. Signore Gesù, ti ringraziamo per la fede di chi ti riconosce e ti annuncia come gli apostoli. Dona decisione e fortezza ai pastori della Chiesa e a tutti i cristiani,
Preghiamo: DONACI SIGNORE LA TUA MISERICORDIA

3. Signore Gesù, tu ci riunisci ogni domenica nella santa Eucaristia; donaci di accogliere la parola di salvezza, il pane di vita, l’esperienza di comunità; sostieni i cristiani incerti e dubbiosi,
Preghiamo: DONACI SIGNORE LA TUA MISERICORDIA

4. Signore Gesù, la tua misericordia consoli e sostenga quanti sono oppressi dalla malattia e dalle fatiche della vita; concedici la gioia del perdono ricevuto e donato,
Preghiamo: DONACI SIGNORE LA TUA MISERICORDIA

Conclusione del celebrante
Signore Dio Padre, accogli con la misericordia della Pasqua del tuo Figlio Gesù il bisogno e la domanda del tuo popolo. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Spunto della domenica

LA GRAZIA DELL’INCONTRO – LA GRAZIA DELLA MISERICORDIA
Un incontro reale, una presenza viva: Gesù risorto davanti agli apostoli. Il saluto di pace, il dono dello Spirito Santo, la missione della misericordia. La grazia della vita nuova della Pasqua potrà raggiungere ogni persona al mondo, risanare il cuore, rilanciare la vita.
Gesù esercita la sua misericordia verso gli apostoli, che pure lo avevano abbandonato.
Fa un nuovo gesto di misericordia ripresentandosi otto giorni dopo a Tommaso.
Per noi, qual è il cammino della fede? Che cosa dobbiamo fare per credere? Come Tommaso, abbiamo davanti i testimoni, persone rinnovate dall’incontro con Cristo. Accogliendo la loro testimonianza, i nostri occhi si aprono a vedere Gesù risorto.PRE

Giovedì Santo 1 Aprile 2021

Messa vespertina nella Cena del Signore

Introduzione del celebrante

In questo Triduo pasquale, guardiamo Gesù come discepoli appassionati e fedeli. Ci affidiamo a Lui che ci vuole vicini nella sua ultima Cena.

  1. Signore Gesù, come servo di Dio e degli uomini, tu lavi i piedi ai discepoli e consegni il tuo corpo e il tuo sangue nell’Eucaristia. Rinnovaci nella Chiesa con il miracolo della fede e della carità,

Preghiamo: DONACI IL TUO AMORE, SIGNORE

  1. Signore Gesù, ti affidiamo coloro che, a imitazione di te, mettono la vita al servizio del popolo cristiano: il Papa, il nostro vescovo, i sacerdoti, i consacrati e le consacrate e tanti fedeli laici,

Preghiamo: DONACI IL TUO AMORE, SIGNORE

  1. Signore, raduna il tuo popolo nell’unità della Chiesa; rendici testimoni di speranza e di pace per tutti gli uomini, nel servizio fraterno, lavandoci i piedi gli uni gli altri,

Preghiamo: DONACI IL TUO AMORE, SIGNORE

  1. Signore Gesù, che ci chiami amici, accoglici, qui riuniti alla tua mensa; insieme con i nostri cari defunti possiamo formare un’unica famiglia a te gradita,

Preghiamo: DONACI IL TUO AMORE, SIGNORE

Conclusione del celebrante

Padre Santo, in questa sera in cui il tuo Figlio Gesù offre nell’Eucaristia il segno permanente della sua presenza e della sua grazia, donaci un amore profondo a te e ai fratelli. Tu che vivi e regni.

UN GRANDE GIORNO

Oggi è il ‘giorno della memoria’: un avvenimento del passato rimane presente. ‘Fate questo in memoria di me’. Gesù presente per tutti e per sempre nell’Eucaristia. Oggi è il giorno del sacerdozio: Gesù permane tra noi attraverso il servizio e la vita dei sacerdoti. Oggi è il giorno della carità fraterna: non possiamo togliere dagli occhi e dal cuore la presenza di Gesù, viva e attiva nell’Eucaristia, che siamo chiamati a riconoscere anche nei fratelli.

 

Sabato 3 aprile 2021 -  Veglia pasquale nella Notte Santa della

«RISURREZIONE DEL SIGNORE»

Ripetiamo: SIGNORE GESU’ RISORTO, ASCOLTACI

Introduzione del celebrante

Pieni di gratitudine per il cammino che la liturgia pasquale ci conduce a compiere in questa Veglia pasquale, rivolgiamo con gioia la nostra preghiera al Signore Gesù risorto.

  1. Signore Gesù risorto, Ti ringraziamo per la grande storia di salvezza che trova compimento nella tua risurrezione. Riempici di gioia e speranza, nell’unità della Chiesa, con tutti i nostri pastori,

Preghiamo: SIGNORE GESU’ RISORTO, ASCOLTACI

  1. Signore Gesù risorto, rendici tuoi apostoli e testimoni nel mondo con l’annuncio e la vita. I nuovi battezzati in questa Veglia Pasquale donino slancio e vigore alla missione della Chiesa,

Preghiamo: SIGNORE GESU’ RISORTO, ASCOLTACI

  1. Signore Gesù la tua presenza di risorto vinca ogni male che c’è nel mondo: pandemia, guerre, persecuzioni, ingiustizie, infedeltà, e diventi principio di nuova fraternità e pace,

Preghiamo: SIGNORE GESU’ RISORTO, ASCOLTACI

  1. Signore Gesù risorto, la luce della resurrezione risplenda nelle famiglie e nelle comunità, rinnovate nella fede, nell’amore, nella carità e nell’accoglienza,

Preghiamo: SIGNORE GESU’ RISORTO, ASCOLTACI

Conclusione del celebrante

A te, Padre di Cristo risorto, rivolgiamo la nostra preghiera. Porta a compimento nella vita nostra e nel mondo il tuo disegno di salvezza. Per il nostro Signore Gesù risorto, che vive e regna nei secoli dei secoli

 

Domenica 4 aprile 2021 - DOMENICA DI PASQUA,

«RISURREZIONE DEL SIGNORE»

Introduzione del celebrante

La Pasqua è l’inizio di una nuova creazione. Domandiamo che la grazia del Signore Risorto rinnovi i nostri cuori e la vita del mondo.

Preghiamo insieme: CRISTO RISORTO, SALVACI

  1. Signore Gesù, dalla tua presenza di Risorto rinascono la nostra vita e la nostra fede. Donaci di riconoscerci come fratelli da te redenti nella Chiesa,

Preghiamo: CRISTO RISORTO, SALVACI

  1. Signore Gesù, dal sepolcro vuoto della Pasqua partono anche oggi i testimoni della risurrezione. Ti affidiamo il Papa, il nostro vescovo e tutti i pastori della Chiesa, i fedeli e tutte le comunità cristiane,

Preghiamo: CRISTO RISORTO, SALVACI

  1. Signore Gesù, la tua resurrezione vinca ogni paura ed egoismo; donaci una fede certa, una carità operosa, una speranza vivace, per portare nel mondo pace e fraternità,

Preghiamo: CRISTO RISORTO, SALVACI

  1. Signore Gesù, ti preghiamo per quanti vivono situazioni di violenza, persecuzione, esilio, schiavitù. Liberaci dal male della pandemia e dona un tempo di vita buona e fraterna,

Preghiamo: CRISTO RISORTO, SALVACI

Conclusione del celebrante

A te o Padre, giunga la preghiera dei tuoi figli, attraverso la resurrezione del tuo Figlio Gesù, che vive e regna nei secoli dei secoli. Amen

Spunto di Pasqua

GESU’ RISORTO, PRINCIPIO DI VITA NUOVA

La risurrezione di Gesù è un fatto accaduto alla nostra storia umana, un fatto da riconoscere. Chi è partito dal sepolcro vuoto, chi è stato incontrato dal Signore risorto, ha iniziato un nuovo modo di vivere, e l’ha comunicato con l’annuncio, la vita, le opere, a tutto il mondo. La Pasqua è un nuovo principio per la vita ogni persona: dentro la storia dell’umanità  questo fatto nuovo è sorgente di speranza, di vita, di energia, di dignità di ogni uomo e ogni donna, di un nuovo modo di stare al mondo, di vivere la salute e la malattia, la vita e la morte, la famiglia e il lavoro, l’amore e la carità. Ogni giorno domandiamo di vivere come ‘figli della risurrezione’, facendoci ‘edificare’ da tutti coloro che portano nel volto, nella vita, nelle opera, la luce e la della Pasqua

 

 

Domenica 28 Marzo 2021, Domenica delle Palme

e della Passione del Signore (rosso)

Introduzione del celebrante

In questa Messa entriamo insieme con Gesù nella Gerusalemme della sua Passione e Morte. Gli domandiamo la grazia di seguirlo nei giorni della Settimana Santa.

  1. Signore Gesù, donaci la grazia di accompagnarti col pensiero, le opere, l’affetto, la liturgia nei giorni della tua Passione, Morte e Risurrezione, come discepoli, amici, familiari,

Preghiamo: FA’ CHE TI SEGUIAMO O SIGNORE

  1. Signore Gesù Ti affidiamo la tua Chiesa, frutto dell’offerta della tua vita, insieme con il Papa, il nostro vescovo e tutti i nostri fratelli che credono in te,

Preghiamo: FA’ CHE TI SEGUIAMO O SIGNORE

  1. Signore Gesù, ti affidiamo tutti coloro che condividono la tua passione: quanti sono provati dalla pandemia, i malati, i poveri, gli abbandonati, gli esiliati, i perseguitati. La tua croce spalanchi la luce della risurrezione,

Preghiamo: FA’ CHE TI SEGUIAMO O SIGNORE

  1. Signore Gesù, ti affidiamo tutti i cristiani e i fratelli della nostra comunità parrocchiale; perché ti possano incontrare nella confessione pasquale e nel sacramento dell’Eucaristia,

Preghiamo: FA’ CHE TI SEGUIAMO O SIGNORE

Conclusione del celebrante

O Signore Gesù, ti domandiamo la grazia di stare accanto a te in questa settimana come Maria, Giovanni, le donne e i discepoli. Donaci di amarti con tutto il cuore. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Spunto per la domenica

LA GRANDE SETTIMANA

Si apre una settimana in cui siamo chiamati a porre i nostri piedi sui passi del Signore e il nostro cuore nelle grandi celebrazioni particolarmente del Triduo Pasquale di Giovedì, Venerdì, Veglia del Sabato Santo. Sono i giorni in cui veniamo accompagnati dal grande racconto della Passione e dalla memoria viva della Croce. I giorni che ci conducono alla Pasqua di Risurrezione. Il Signore cammina dentro la nostra vita, prendendo su di sé tutto il dramma del male e le conseguenze del peccato, fino alla morte in croce. Gesù porta con sé tutta la nostra esistenza e la conduce alla vita   nuova della risurrezione. Seguiamolo con cuore attento e pieno di gratitudine.

 

Domenica 21 marzo 2021 – V DI QUARESIMA, Anno B

Introduzione del celebrante

Come i greci del Vangelo anche noi vogliamo vedere il Signore. Uniamo la nostra preghiera personale e quella della nostra comunità alla preghiera della Chiesa, per consegnarla insieme al Signore.

  1. Signore Gesù, donaci la grazia di incontrarti in questa Messa innalzato in croce e risorto, per ritrovarti ospite silenzioso nell’adorazione eucaristica, e riconoscerti nei fratelli e in tutte le circostanze della vita,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, fa che impariamo a servirci a vicenda. Rinnova il nostro desiderio di camminare nella via della santità, imitandoti nell’obbedienza,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, la tua croce si innalza come segno di salvezza. Liberaci dal male della pandemia; sostienici nelle difficoltà di questo tempo. Dona vita e libertà ai popoli perseguitati e oppressi,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù, guida e accompagna le famiglie e tutti i giovani in cammino verso il matrimonio o chiamati a una vita di consacrazione,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante
Signore Gesù, donaci la grazia di stare con te mentre cammini verso l’ora della tua passione. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Spunto della domenica
“Vogliamo vedere Gesù!”

Un desiderio vivo e una domanda vera: “Vogliamo vedere Gesù!”. Alcuni Greci – stranieri in Palestina – si rivolgono all’apostolo Filippo. Filippo e Andrea li portano da Gesù: un quadro da non dimenticare!  Gesù ha un’esplosione. Vedendo che anche i greci lo cercano, riconosce imminente la ‘sua ora’, l’ora della glorificazione. E’ l’ora della croce e della morte, come il seme che muore per produrre molto frutto. Dalla Croce, Cristo ci attrae e stabilisce un’alleanza nuova tra Dio e gli uomini: si apre la strada della salvezza per noi e per tutti.  Lasciamoci attrarre da Gesù. Conduciamo a Lui tutti coloro che di Lui hanno bisogno.

 

 

Domenica 14 Marzo 2021, IV di Quaresima, Anno B - Domenica ‘Laetare’ – ‘Rallegrati’

Introduzione del celebrante
Anche noi come Nicodemo veniamo a incontrare Gesù. Lo ascoltiamo nel Vangelo, rivolgiamo a Lui le nostre attese e speranze.

1. Signore Dio nostro Padre, tu ami tanto il mondo da dare il tuo Figlio Unigenito: donaci di ascoltarlo nella Parola del Vangelo, di riconoscerlo nei sacramenti e di accoglierlo nel prossimo,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

2. Signore Gesù, che sei venuto tra noi uomini come salvatore, accogli i deboli e i peccatori; donaci la gioia della tua misericordia,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

3. Spirito Santo, tante persone cercano Gesù di giorno e di notte come Nicodemo; possano incontrare persone e comunità che li accolgono e accompagnano con rispetto e amore,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

4. Trinità santa, Padre e Figlio e Spirito Santo, dona ai giovani e ai ragazzi la grazia di incontrare educatori e maestri aperti alla vita e gioiosi nella fede,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante
Signore Dio nostro, ti consegniamo la nostra preghiera perché trovi in te il suo compimento. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

Spunto della domenica
UNA QUARESIMA DI GIOIA (Bellissima Quaresima!....)

Nel mezzo della Quaresima, la domenica della gioia: Laetare-Rallegrati. Il nostro è un cammino verso la vita e verso la gioia. Gesù ci accoglie, di notte e di giorno, come Nicodemo in ricerca, e ci rilancia. Egli è ‘il serpente innalzato che salva il mondo’. Dietro a Gesù possiamo compiere opere di bene alla luce del sole. In questo tempo di fatica e difficoltà Egli ci libera dall’esilio delle illusioni e delle speranze false e ci conduce a vivere una fede certa, una speranza attiva, una carità attenta. Camminiamo con gli altri seguaci del Signore, in un terra abitata dal sole della sua presenza: vita e gioia.

Domenica 7 marzo 2021 III DI QUARESIMA, Anno B

Introduzione del celebrante
Il Signore ci raduna nel suo tempio santo. Ci rivolgiamo a Lui come figli e fratelli convocati salvati dalla sua grazia.

1. Signore Gesù, tu ci doni la gioia di incontrarti insieme ai nostri fratelli; illuminaci con la tua parola di salvezza, rendici forti con il pane di vita,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Dio, sostieni con la tua grazia la missione del Papa in Iraq. Accompagna l’opera dei vescovi, dei sacerdoti e dei consacrati, delle famiglie e di tanti laici cristiani,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

  1. Signore Gesù Tu che hai sopportato i dolori della croce, illuminaci in questo tempo di pandemia, dona serenità e speranza ai sofferenti nel corpo e nello spirito,

Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

4.Signore Dio, donaci di osservare i tuoi comandamenti come legge di libertà e salvezza, per vivere insieme con dignità e verità,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante
O Signore, tu riempi la nostra chiesa con la tua grazia. Accogli l’invocazione fiduciosa del tuo popolo. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Spunto della domenica
Ogni domenica e ogni festa il Signore raduna il popolo cristiano nel suo tempio: le nostre belle chiese, antiche o moderne. In questi mesi difficili riscopriamo la grazia di essere chiamati da Lui e di poterci radunare insieme nella grande casa della nostra chiesa, dove accogliamo la sua parola, celebriamo i sacramenti, ritroviamo i fratelli e sorelle nella fede. Gesù ci rende membra del suo Corpo. Egli diventa visibile nel mondo attraverso le Chiese delle città e dei paesi, attraverso le persone e le comunità che formano il Suo Corpo. Celebrando l’Eucaristia, riceviamo la grazia di vivere ogni circostanza con spirito di fede, con una speranza aperta, con una carità attenta.

 

 

 

Domenica 28 Febbraio 2021, II di Quaresima, Anno B

Introduzione del celebrante
Signore Gesù, in questa Eucaristia tu conduci anche noi sull’alto monte, e presenti la nostra preghiera al Padre.

1. Signore Gesù, tu ci hai scelti e chiamati a stare con Te davanti al Padre, come i tre apostoli sul monte: donaci di seguirti nella gioia e nella fatica,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

2. Signore Gesù, donaci un cuore attento e aperto per incontrarti e seguirti attraverso chi ci indica la strada: il Papa, il vescovo, i sacerdoti,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

3. Signore Gesù, salva il nostro mondo: dona speranza ai popoli e alle famiglie in questo tempo difficile; in ogni ambiente sia rispettata la dignità della donna, e sia riconosciuto il dono dei figli,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

4. Signore Gesù, insegnaci a pregare. Donaci di riscoprire la Domenica, giorno della festa e della comunità; rinnova il desiderio del sacramento della Confessione,
Preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante
Signore Gesù, accogli la nostra preghiera e trasfigurala con la tua grazia, per presentarla al nostro Padre che è nei cieli. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Spunto della domenica
UNA VITA TRASFIGURATA
Dalla prima alla seconda domenica di Quaresima, un bel salto: dal deserto delle tentazioni al monte della Trasfigurazione. Gesù mostra in anticipo ai tre amici più cari la sua vita trasfigurata, cioè la bellezza della sua umanità immersa nel mistero di Dio. E’ quello che accadrà compiutamente con la risurrezione. Intanto c’è il passaggio dentro la vita di ogni giorno. C’è l’esperienza del dono totale: Gesù muore in croce e ad Abramo viene chiesto e ridonato il figlio. Camminando con Gesù, la vita è già trasfigurata: il lavoro, l’amicizia, la famiglia, persino la sofferenza. E’ più umano e più bello vivere.

 

17 Febbraio 2021, Mercoledì delle Ceneri

Introduzione del celebrante
Iniziamo il tempo della Quaresima con umiltà e sincerità. Domandiamo di seguire il Signore nella preghiera e nella penitenza, seguendo il cammino della Chiesa.

1. Signore Gesù, donaci la grazia di vivere il tempo della Quaresima portando Te negli occhi e nel cuore, con il desiderio di camminare verso la tua Pasqua
Preghiamo: CONVERTICI A TE, O SIGNORE

2. Signore Gesù, con l’imposizione della cenere sul capo, donaci di riconoscere la nostra piccolezza e il nostro bisogno di Te,
Preghiamo: CONVERTICI A TE, O SIGNORE

3. Signore Gesù apri il nostro cuore perché possiamo prenderci cura delle persone in famiglia, nel lavoro, e in ogni ambiente della nostra giornata, Preghiamo: CONVERTICI A TE, O SIGNORE

4. Signore Gesù, donaci di accogliere con spirito quaresimale le fatiche e le difficoltà di questo periodo: la tua parola ci illumini, i tuoi sacramenti ci confortino, la vita della comunità diventi nostra casa,
Preghiamo: CONVERTICI A TE, O SIGNORE

Conclusione del celebrante
Signore, grazie per questo tempo di Quaresima nel quale ci fai partecipare al mistero della tua vita, morte, risurrezione. Ti affidiamo la nostra preghiera per la Chiesa e per il mondo. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Spunto del Mercoledì delle ceneri
IL PORTALE DELLA QUARESIMA
Con una virata improvvisa, il tempo liturgico apre il portale della Quaresima con il mercoledì delle Ceneri. Quella che in questi mesi appare la costrizione di una lunga ‘quaresima di penitenza’, nel tempo che comincia oggi diventa cammino di purificazione che sveltisce la nostra persona e conduce alla vita nuova della Pasqua. Il Vangelo di questo primo giorno invita alla giustizia, alla carità, alla preghiera, al digiuno, vissuti senza ostentazione e senza pretese salutistiche, ma per scrollarci di dosso ogni orgoglio e ogni pretesa. Iniziamo il cammino.

 

Domenica 21 Febbraio 2021 - I di Quaresima, Anno B (viola)

Introduzione del celebrante
Il popolo cristiano viene introdotto nella Quaresima, tempo favorevole per la nostra conversione. Con fiducia rivolgiamo la nostra preghiera al Signore nostro Dio.

1. O Dio nostro Padre, mentre seguiamo Gesù nel deserto, donaci di vincere ogni tentazione con la forza dello Santo Spirito,
Preghiamo: SIGNORE ASCOLTA LA NOSTRA PREGHIERA

2. Signore Gesù, ti preghiamo per la Chiesa che ci apre la strada della Quaresima. Ti affidiamo Papa Francesco e tutti i nostri pastori, sostienici in una obbedienza semplice e sincera,
Preghiamo: SIGNORE ASCOLTA LA NOSTRA PREGHIERA

3. Spirito Santo di Dio, donaci la tua carità, perché la Quaresima diventi tempo favorevole per prenderci cura di chi è solo, povero, afflitto, malato,
Preghiamo: SIGNORE ASCOLTA LA NOSTRA PREGHIERA

4. Signore Dio Padre, Figlio e Spirito Santo, ti affidiamo i popoli oppressi dalla guerra; apri la via della giustizia e della pace. Salva tutti i perseguitati,
Preghiamo: SIGNORE ASCOLTA LA NOSTRA PREGHIERA

Conclusione del celebrante
O Signore affidiamo a Te il nostro cammino quaresimale. La tua grazia ci sostenga e ci accompagni nella vita della Chiesa. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen

Spunto della domenica
QUARESIMA CON GESU’, NELLA CHIESA
All’inizio della Quaresima troviamo Gesù che lotta contro Satana. Anche noi, come Gesù, nella vita lottiamo contro il male che prende il nostro cuore e percorre il mondo. Da quando Gesù ha vinto Satana, la sua grazia ci sostiene e vince con noi.
E’ un cammino iniziato con il Battesimo, segno della alleanza di Dio con noi, richiamata nella prima lettura nell’alleanza con Noè.
La Quaresima è il nostro cammino con la Chiesa perché anche in noi si compia l’opera di Dio. Accogliamo le occasioni e le proposte quaresimali, che ci accompagnano a vivere con un senso e con spirito di penitenza le difficoltà di questo tempo.

Domenica 14 Febbraio 2021, VI del Tempo Ordinario, Anno B (verde)

Introduzione del celebrante
I poveri, i bisognosi, i malati, i lebbrosi, si avvicinato a Gesù con fiducia. Ci uniamo al grido dell’umanità ferita e presentiamo al Signore le nostre invocazioni.

1. Signore Gesù, ci rivolgiamo a te come il lebbroso del Vangelo: “Se vuoi, puoi guarirci”. Guarisci le nostre ferite del corpo e dell’anima,                                                                  Preghiamo: SALVACI O SIGNORE

2. Signore Gesù, ti affidiamo Papa Francesco, il nostro vescovo, i sacerdoti e tutti gli uomini e le donne che si dedicano a te nel servizio del popolo cristiano. Donaci vocazioni sacerdotali e religiose.
Preghiamo: SALVACI O SIGNORE

3. Signore Gesù, tutto il mondo ha bisogno di te e tu sei venuto per tutti. Converti i popoli e il cuore di ogni persona verso decisioni e azioni di pace e fraternità,
Preghiamo: SALVACI O SIGNORE

4. Signore Gesù, donaci di praticare l’invito dell’Apostolo Paolo: “Sia che mangiamo sia che beviamo, sia che facciamo qualsiasi altra cosa, tutto sia per la tua gloria, senza cercare il nostro utile ma quello di molti”,
Preghiamo: SALVACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante:
O Signore, accogli e purifica la nostra preghiera. Donaci speranza di vita e vigore di fede. Tu che vivi e regni.

Spunto della domenica
LONTANI O VICINI?
In questo tempo in cui siamo invitati a tenere le distanze l’uno dall’altro, colpisce ancor più Gesù che tocca il lebbroso con la mano. Si pensava che la lebbra fosse contagiosa, e il lebbroso doveva restare lontani da tutti. Gesù apre la strada perché la distanza fisica non diventi distanza del cuore e indifferenza, e non ci chiuda nell’egoismo e nella solitudine. Il suo gesto è l’anticipo di ogni ‘bacio al lebbroso’ che la storia racconta, da San Francesco a Madre Teresa, Padre Damiano e tanti altri, fino a Padre Aldo del Paraguay. Con la grazia di Gesù impariamo a guardare e a trattare le persone come le guarda e le tratta Lui. Allora il mondo comincia a cambiare, da vicino e da lontano.