Vai al contenuto

Sabato 20 aprile 2019 - Veglia pasquale nella Notte Santa

Introduzione del celebrante
Abbiamo percorso in questa Veglia Pasquale la lunga storia di Dio con gli uomini, dalla creazione all’alleanza, alla nuova Pasqua. Ci affidiamo al Dio che ci libera dal male.

1. Signore Dio nostro Padre, creatore del cielo e della terra, che hai risuscitato dai morti il tuo Figlio Gesù, ti preghiamo per la nostra umanità ferita e ti ringraziamo di renderci partecipi alla storia della salvezza
Noi ti preghiamo: SIGNORE NOSTRA PASQUA ASCOLTACI

2. Signore Gesù, risorto e vivo, tu risplendi nel volto e nel cuore della Chiesa, nata dalla tua morte e risurrezione; sostieni i nostri pastori nel servizio e nella testimonianza al popolo cristiano,
Noi ti preghiamo: SIGNORE NOSTRA PASQUA ASCOLTACI

3. Spirito Santo che sei Signore e dài la vita, rinnova il mondo nella pace e nella fraternità. Sostieni il cammino di chi cerca patria e casa, pace e libertà,
Noi ti preghiamo: SIGNORE NOSTRA PASQUA ASCOLTACI

4.Signore Dio, Padre e Figlio e Spirito Santo, donaci una vita di risorti, piena di speranza, energia e carità, per essere tuoi testimoni nel mondo,
Noi ti preghiamo: SIGNORE NOSTRA PASQUA ASCOLTACI

Conclusione del celebrante
Signore Dio nostro Padre, ti ringraziamo per la vita, la gioia, l’unità e la pace che vengono da Gesù risorto, che vive e regna nei secoli dei secoli.

 

Domenica 21 aprile 2019 - PASQUA, «RISURREZIONE DEL SIGNORE», Ciclo C

Messa del giorno

Introduzione del celebrante
La certezza della fede in Cristo risorto ci rende lieti della Sua presenza in mezzo a noi. A Lui volgiamo il nostro sguardo e la nostra domanda.

1. Signore Gesù, risorto e vivo, donaci di riconoscerti e accoglierti con il desiderio e il cuore delle donne e dei discepoli nel mattino di Pasqua,
Noi ti preghiamo: SIGNORE RISORTO ASCOLTACI

2. Signore Gesù, dalla tua croce e dalla tua risurrezione nasce la Chiesa; sostieni la vita e la missione del Papa, del nostro vescovo, dei sacerdoti, dei missionari e di tutti cristiani,
Noi ti preghiamo: SIGNORE RISORTO ASCOLTACI

3. Signore Gesù, Figlio di Dio, che hai condiviso il percorso della nostra vita umana aprendolo alla risurrezione, donaci la gioia di seguirti nella vita della Chiesa e di testimoniarti nel mondo,
Noi ti preghiamo: SIGNORE RISORTO ASCOLTACI

4. Signore Gesù, Dio della vita e della pace, ti affidiamo le persone costrette a lasciare casa e patria a causa di guerre e persecuzioni; ti affidiamo quanti sono privi del lavoro. Apri i nostri cuori alla fraternità e alla misericordia,
Noi ti preghiamo: SIGNORE RISORTO ASCOLTACI

Conclusione del celebrante
A te Padre Santo, rivolgiamo la nostra preghiera nella gioia pasquale del Signore Gesù risorto che vive e regna nei secoli dei secoli. Amen.

 

14 aprile 2019
Domenica delle Palme e della Passione del Signore
Giornata mondiale della Gioventù

Introduzione del celebrante
Insieme con il Signore Gesù che entra in Gerusalemme, iniziamo la Settimana Santa. Lo accompagniamo con i nostri fratelli cristiani e gli domandiamo che la grazia della sua Passione e Morte e Risurrezione apra la via della salvezza per noi e per tutti.

1. Signore Gesù, donaci di seguirti ogni giorno di questa Settimana santa, accompagnandoti come discepoli, amici e familiari,
Noi Ti preghiamo: PER LA TUA PASSIONE, ASCOLTACI O SIGNORE

2. Signore Gesù, ti ringraziamo per i pastori che ci accompagnano nelle grandi celebrazioni della Settimana Santa: Papa Francesco, il nostro vescovo e i sacerdoti; dona nuove vocazioni sacerdotali e missionarie alla tua Chiesa,
Noi Ti preghiamo: PER LA TUA PASSIONE, ASCOLTACI O SIGNORE

3. Signore Gesù, ti affidiamo i giovani, sostieni il loro slancio e i loro desideri veri perché possano seguirti con gioia nei passi della loro vita,
Noi Ti preghiamo: PER LA TUA PASSIONE, ASCOLTACI O SIGNORE

4. Signore Gesù, guarda con misericordia i fratelli della nostra comunità parrocchiale; concedici di godere il frutto del mistero
Noi Ti preghiamo: PER LA TUA PASSIONE, ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante
O Signore Gesù, donaci di guardarti e di seguirti come Maria e Giovanni, come le donne e i discepoli che ti sono stati fedeli. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Spunto per la domenica
Ascoltiamo e guardiamo in silenzio il racconto della Passione del Signore. Si apre una settimana in cui siamo chiamati a porre i nostri piedi sui passi di Gesù che patisce, muore e risorge, nelle grandi celebrazioni della Settimana Santa, in particolare Giovedì sera, Venerdì ore 15, Veglia pasquale del Sabato Santo. Il Signore ha camminato dentro la nostra vita salvandola: noi camminiamo dentro la sua.

Giovedì Santo 18 aprile 2019
Messa vespertina nella «Cena del Signore»

Introduzione del celebrante
Oggi, nella Vigilia della sua Passione, Gesù ci invita a partecipare alla sua Ultima Cena, come discepoli e amici. A Lui ci rivolgiamo con fiducia.

1. Signore Gesù, la tua passione inizia con la consegna del tuo corpo e del tuo sangue per noi nell’Eucaristia; il dono del tuo amore rinnovi nella Chiesa il miracolo della carità,
Noi ti preghiamo: GESU’, PANE DI VITA, ASCOLTACI

2. Signore Gesù, ti affidiamo il ministero del Papa, del nostro vescovo, dei sacerdoti, che celebrano il sacrificio del tuo corpo donato e del tuo sangue versato per la salvezza del mondo,
Noi ti preghiamo: GESU’, PANE DI VITA, ASCOLTACI

3. Signore Gesù, raduna nell’unità il tuo popolo; salva il mondo ferito da ingiustizie e tradimenti; libera gli uomini perseguitati e oppressi; rendici testimoni di speranza e di pace,
Noi ti preghiamo: GESU’, PANE DI VITA, ASCOLTACI

4. Signore Gesù, ti affidiamo i ragazzi, le famiglie, i malati, i poveri, e quanti sono deboli nel corpo e nello spirito; donaci di imitarti nel servizio ai nostri fratelli,
Noi ti preghiamo: GESU’, PANE DI VITA, ASCOLTACI

Conclusione del celebrante
Padre Santo, in questa sera in cui il tuo Figlio Gesù ci offre nell’Eucaristia il segno permanente della sua presenza e della sua grazia, donaci un amore profondo a te e ai fratelli. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.
Uno sguardo
Oggi è il ‘giorno della grande memoria’: ‘Fate questo in memoria di me’. Un avvenimento del passato diventa presente per tutti e per sempre: Gesù nel sacrificio dell’Eucaristia.
Oggi è il giorno del sacerdozio. Gesù permane tra noi attraverso la vita e il servizio dei sacerdoti.
Non possiamo togliere dagli occhi e dal cuore la presenza permanente e viva di Gesù nel mondo.

Domenica 7 aprile 2019 - V di Quaresima, Ciclo C

Introduzione del celebrante
Ci affidiamo a Te, o Padre che hai mandato il tuo Figlio Gesù nel mondo non per condannarlo ma per salvarlo.

1. Signore Gesù ti ringraziamo per la misericordia con la quale ci accogli in questa eucaristia e ci perdoni nel sacramento della confessione. Dona la grazia del pentimento,
Noi ti preghiamo: SALVACI O SIGNORE

2. Signore Gesù ti affidiamo i ministri della tua misericordia: Papa, vescovi, sacerdoti; manda alla tua Chiesa nuove vocazioni sacerdotali e religiose
Noi ti preghiamo: SALVACI O SIGNORE

3. Signore Gesù, sostieni i medici e il personale umanitario presenti in zone di guerra, che rischiano la propria vita per salvare quella degli altri *; dona fiducia e speranza al nostro mondo disorientato e disperso;
Noi ti preghiamo: SALVACI O SIGNORE

4. Signore Gesù aiutaci a guardare gli altri con lo stesso sguardo con cui hai guardato la peccatrice; insegnaci a pregare in famiglia e in comunità, per ritrovare nell’adorazione il tuo volto e il tuo cuore.
Noi ti preghiamo: SALVACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante
Signore, il tuo perdono e il tuo abbraccio ci rendono lieti e certi. Accoglici con la tua misericordia. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Spunto della domenica
Il Signore ha aperto ‘una strada nel mare e un sentiero in mezzo ad acque possenti’. La novità del perdono ricostruisce un popolo, ridona la vita alla donna che tutti volevano condannare. Gesù smaschera la facile ipocrisia di chi condanna gli altri per i loro peccati, quasi per apparire lui stesso giusto. In realtà siamo tutti peccatori. Gesù mostra chiarezza di giudizio verso il peccato, e nello stesso tempo misericordia verso il peccatore.

Domenica 31 marzo 2019 - IV di Quaresima, Ciclo C

Introduzione del celebrante
Dopo aver ascoltato il Vangelo del Padre misericordioso verso il figlio, invochiamo la stessa misericordia per noi e per tutti.

1. Signore Gesù, che ci mostri la misericordia del Padre nel Sacramento della confessione, donaci di desiderare e sperimentare sempre l’abbraccio del perdono,
Noi ti preghiamo: ACCOGLI I TUOI FIGLI O SIGNORE

2. Signore Gesù, tu hai percorso le vie del mondo insegnando e facendo del bene. Donaci di accogliere con apertura di mente e cuore la parola del Papa e dei nostri pastori,
Noi ti preghiamo: ACCOGLI I TUOI FIGLI O SIGNORE

3. Signore Gesù, ti affidiamo le famiglie, le comunità, i gruppi ecclesiali e l’intera Chiesa; ogni uomo possa sperimentare la positività della vita e la bellezza della creazione,
Noi ti preghiamo: ACCOGLI I TUOI FIGLI O SIGNORE

4. Signore Gesù, in questo cammino quaresimale donaci di vivere un tempo di silenzio e di preghiera per diventare tuoi familiari,
Noi ti preghiamo: ACCOGLI I TUOI FIGLI O SIGNORE

Conclusione del celebrante

O Signore, veniamo a te poveri ma fiduciosi, peccatori ma affidati alla tua misericordia. La tua grazia ci colmi di bene. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Spunto per la domenica

Il Vangelo del ‘figlio prodigo e del padre misericordioso’ descrive la parabola dell’uomo, ricco dei doni di Dio, che dissipa e disperde, perdendo se stesso nella lontananza dalla casa del Padre e nella pretesa della propria autosufficienza.
Il figlio traviato ascolta il grido del suo cuore e esprime un giudizio netto sul suo traviamento. Nell’incontro con il Padre misericordioso sperimenta una pienezza di vita, una festa, un popolo, come descrive in modo bello e sereno la prima lettura. Veniamo riconciliati con Dio con gli altri, con noi stessi e ritorniamo a vivere da figli.

Domenica 24 marzo 2019 - III di Quaresima, Ciclo C

Giornata di preghiera e di digiuno in memoria dei missionari martiri

Introduzione del celebrante
Affidiamo la nostra preghiera a Dio Padre che vuole vita e salvezza per tutto il suo popolo.

1. Signore Dio nostro Padre, tu non vuoi che il peccatore perisca, ma che si converta e viva: la tua pazienza ci doni il tempo utile per la nostra conversione,
Noi ti preghiamo: CONVERTI IL TUO POPOLO, SIGNORE

2. Gesù Figlio del Padre, ti preghiamo per la Chiesa che vive in Italia; la voce del Papa e dei Vescovi sia accolta con fiducia e speranza. Ti preghiamo i cristiani perseguitati in tante nazioni,
Noi ti preghiamo: CONVERTI IL TUO POPOLO, SIGNORE

3. Spirito Santo di Dio ti affidiamo i popoli colpiti da attentati e calamità. Sostieni le opere di solidarietà e fraternità,
Noi ti preghiamo: CONVERTI IL TUO POPOLO, SIGNORE

4. O Dio, rivelato a Mosè come Dio della vita e della libertà, donaci di sperimentare la tua misericordia come peccatori pentiti,
Noi ti preghiamo: CONVERTI IL TUO POPOLO, SIGNORE

Conclusione del celebrante
Signore Dio nostro, la grazia di questa Eucaristia, ci sostenga nel buon cammino della nostra conversione.

Spunto della domenica
Dio si rivela come salvatore. Prende l’iniziativa per salvare il suo popolo, e in Gesù arriva fino a ciascuno di noi. La nostra conversione è un cammino. Non basta essere battezzati; occorre volgerci a lui: affidandoci alla sua misericordia nel sacramento della confessione; esercitandoci alla domanda di perdono con le più semplici domande di perdono della messa e della preghiera della sera. Viviamo la misericordia e l’accoglienza verso il prossimo, a cominciare dai familiari, vicini di casa, colleghi di lavoro.

Domenica 17 marzo 2019 - II di Quaresima, Ciclo C

Introduzione del celebrante:
Gesù ci attira a se in questa, come gli Apostoli sul monte della trasfigurazione, per mostrarci il suo volto e donarci la sua gioia.

1. Signore Gesù, trasfigurato sul monte davanti agli Apostoli, la tua grazia illumini e trasformi la nostra vita, per sperimentare la gioia di essere cristiani,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

2. Signore Gesù, il tempo di Quaresima diventi per tutte le famiglie occasione per un ritorno alla preghiera, alla Messa, alla confessione, alle opere di carità e di misericordia,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

3. Signore Gesù, apri il nostro cuore ai fratelli oppressi da fame, violenza, persecuzioni, disgrazie fisiche e morali. Dona la tua provvidenza attraverso l’aiuto dei fratelli,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

4. Signore Gesù ti affidiamo i ragazzi, i giovani, gli adulti in cammino verso i sacramenti del Battesimo, Confessione, Cresima, Eucaristia. Rendici testimoni di vita cristiana,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante
Signore Gesù, donaci la grazia di seguirti, nella gioia e nel dolore, camminando insieme con nostra Madre Chiesa.
Spunto per l’omelia
Ad Abramo viene fatta una grande promessa; agli Apostoli viene donato uno splendore di felicità. Fidiamoci di Gesù e della sua strada, anche quando ci apre alla croce, a scelte diverse da quelle che ci vengono prospettate dalla mentalità comune. Fidiamoci di Gesù e sperimentiamo la fatica e la gioia di camminare nella Chiesa: niente della nostra vita va perduto.

 

Introduzione del celebrante
Con la semplicità dei figli e l’umiltà dei peccatori rivolgiamo a Dio la nostra preghiera.

1. Signore Gesù, in questo tempo di Quaresima camminiamo con Te verso la Pasqua; donaci l’obbedienza della fede per seguirti nella via della Chiesa,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

2. Signore Gesù, che hai vinto Satana, rendici forti nelle tentazioni del cuore, della mente, delle opere. Donaci il tempo favorevole per accogliere la tua misericordia nel sacramento della Confessione,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

3. Noi siamo tuo popolo, Signore. Rendici uniti nel vivere la fede, la carità, la speranza di vita nuova. Ti affidiamo i ragazzi e le famiglie che accoglieranno la tua grazia nei sacramenti della Cresima e dell’Eucaristia,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

4. Ti affidiamo le vittime dell’ingiustizia e dell’odio. Assisti i migranti, i senzatetto e coloro che privi di acqua e di cibo. Insegnaci il buon uso dei beni materiali,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante
Deponiamo davanti a te o Signore la nostre domande e la nostra vita, con la fiducia dei figli. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Spunto della domenica
Veniamo da una lunga storia e apparteniamo al popolo di Dio (I.a lettura). Ci viene consegnata una parola di vita (II.a Lettura) che ci chiarisce e ci conforma. Le tentazioni sono tutto ciò che ci distrae e ci tira fuori da questa appartenenza a Dio nel suo popolo: la pretesa dei beni materiali, la superbia del potere sugli altri, la tentazione di sostituirci a Dio e di fare a meno di Lui. La Quaresima ci dona l’occasione di guardare al punto giusto e di riprendere con la Chiesa la vita cristiana vera, fondata nei sacramenti, nella preghiera, nella carità.

Domenica 3 marzo 2019 - VIII del Tempo Ordinario, Ciclo C

Introduzione del celebrante
Ci affidiamo al Signore Gesù, Maestro, guida e sostegno della nostra vita. A Lui presentiamo la nostra preghiera.

1. Signore Gesù, donaci la grazia di ascoltare e seguire la tua parola che trasforma il cuore e la mente, per diventare tuoi discepoli e testimoni davanti agli uomini,
Noi ti preghiamo: GESU’, SIGNORE E MAESTRO, ASCOLTACI

2. Signore Gesù, secondo l’intenzione del Papa, sostieni le comunità cristiane, in particolare quelle perseguitate, perché non si sentano abbandonate e i loro diritti siano riconosciuti, *
Noi ti preghiamo: GESU’, SIGNORE E MAESTRO, ASCOLTACI

3. Signore Gesù, nei drammi della violenza e della mancanza di amore, donaci saggi maestri di vita, che aiutino a distinguere il bene dal male, indicando la via che conduce a te,
Noi ti preghiamo: GESU’, SIGNORE E MAESTRO, ASCOLTACI

4. Signore Gesù, rialza chi è caduto, per debolezza o malizia; converti il nostro cuore e rendici solidali nel tuo nome. Donaci il coraggio di vivere e di amare,
Noi ti preghiamo: GESU’, SIGNORE E MAESTRO, ASCOLTACI

*Apostolato della preghiera

Conclusione del celebrante
Signore, accogli la preghiera che ti presentiamo in questa Eucaristia, con la fiducia dei figli. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Spunto della festa
Il Vangelo taglio ogni presunzione. Gesù ci dice che abbiamo bisogno di una guida, tanto più se a nostra volta dobbiamo accompagnare altre persone; ci invita a riconoscere i nostri difetti e a nutrire la nostra vita per portare frutto… Un lavoro su di noi, per essere testimoni e fare del bene…

24 febbraio 2019
Domenica VII del Tempo Ordinario, Ciclo C

Introduzione del celebrante
Con fiducia domandiamo a te quello che è impossibile all’uomo, ma è possibile a Dio Padre, buono e grande nell’amore,

Diciamo insieme: DONACI UN CUORE NUOVO O SIGNORE

1. Signore Gesù, la tua grazia cambi il nostro cuore perché accogliamo il tuo insegnamento e la tua testimonianza sull’amore e sul perdono,
Preghiamo insieme: DONACI UN CUORE NUOVO O SIGNORE

2. Signore Gesù, dona sapienza, chiarezza e decisione a Papa Francesco e ai vescovi, per discernere il bene della vita dei sacerdoti e dei consacrati, degli sposati, dei responsabili delle nazioni e degli apparati economici
Preghiamo insieme: DONACI UN CUORE NUOVO O SIGNORE

3. Signore Gesù, donaci di manifestare nella nostra vita il volto del Vangelo, superando le barriere della sfiducia, dell’indifferenza e dell’odio, in famiglia, nel lavoro e nella vita pubblica,
Preghiamo insieme: DONACI UN CUORE NUOVO O SIGNORE

4. Signore Gesù, Ti affidiamo la nostra comunità: diventi per tutti un luogo di accoglienza e di verità, edificandoci gli uni gli altri nella preghiera e nella carità, senza timore di professarci cristiani di fronte al mondo,
Preghiamo insieme: DONACI UN CUORE NUOVO O SIGNORE

Conclusione del celebrante
Signore, accogli la preghiera del tuo popolo; rendici docili e fedeli alla tua volontà. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Traccia per la festa
Gesù propone una logica diversa, una misura diversa nei rapporti tra persone. Egli contraddice il nostro istinto ma alla fine si rivela più umano e più costruttivo. Nel nostro mondo, c’è bisogno del supplemento di umanità che nasce dal Vangelo. Impariamo dagli esempi di carità e perdono che ci vengono testimoniati.

Domenica 17 febbraio 2019 - VI del Tempo Ordinario, Ciclo C

Introduzione del celebrante
Il Signore apre davanti a noi la strada delle beatitudini. Gli affidiamo il nostro desiderio di vita e di felicità.

1. Signore Gesù, l’annuncio delle Beatitudini ci apre il cuore. Liberaci dalla tentazione del possesso, del potere, della vita superficiale e vuota,
Noi ti preghiamo: DONACI UN CUORE NUOVO SIGNORE

2. Signore Gesù, grazie per il Papa e per quanti proclamano l’annuncio della tua risurrezione; donaci di guardare e seguire chi vive le beatitudini,
Noi ti preghiamo: DONACI UN CUORE NUOVO SIGNORE

3. Signore Gesù, ti affidiamo l’Unione Europea e i singoli stati che la compongono. Sostieni i propositi di collaborazione, accoglienza, sostegno verso i più poveri,
Noi ti preghiamo: DONACI UN CUORE NUOVO SIGNORE

4. Signore Gesù, donaci fiducia e speranza in mezzo ai drammi e alla confusione del mondo. Concedici di vivere nella verità e nella pace,
Noi ti preghiamo: DONACI UN CUORE NUOVO SIGNORE

Conclusione del celebrante
Signore, tu ci accompagni sempre la tua grazia; purifica e sostieni la nostra domanda di vita e di felicità. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Spunto per la festa:
Le strade facili per la felicità: la ricchezza, l’avere tutto e subito, la vita superficiale e senza impegno. Risultato? Inquietudine e vuoto, tristezza e limite, insieme con l’esperienza del limite e dell’insufficienza nostra o dei familiari. Gesù indica la vera via. ‘Beato l’uomo che confida nel Signore’. Cristo risorto è vivo e presente. Viviamo la nostra vocazione davanti a Lui, cercando il vero bene.